Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Parigi’

Oggi in una breve conferenza stampa di 10 minuti, la prima degli X JAPAN senza la presenza di Yoshiki, il resto della band ha ufficialmente annunciato il posticipo dei tre live programmati dagli X Japan a Parigi, Taiwan e New York.
I componenti della band hanno comunque dato perso al fatto che si tratta di un postoicipo e non ad una cancellazione del Tour mondiale. La loro intenzione è quella quindi di esibirsi in futuro magari aggiungendo date all’evento.

Per quanto riguarda la salute di Yoshiki, Toshi ha spiegato che attualmente è sotto cure nella sua casa di Los Angeles e che non si trova in condizioni gravi ma che deve fare attenzione a non caricarsi di troppo stress sulle proprie spalle.

Gli X JAPAN hanno anche fatto scuse ufficiali ( JP, EN, FR, KR, CH) a tutti i loro fan mediante un comunitato del Comitato di Produzione e Managment della band.

In chiusura della conferenza stampa, durante i saluti finali e la sessione fotografica al termine dell’intervista, Toshi ha aggiunto che, se il medico di Yoshiki da la sua approvazione, Yoshiki potrebbe fare una apparizione al Japan Expò di Parigi (3-6 Luglio)probabilmente con tutti i componenti degli X JAPAN.

—————————-
Fonti:
Jrock Revolution


Read Full Post »

Nel 1982 prende vita un’idea di Maurice Fleuret, direttore di Musica Francese e Danza, con la collaborazione di Jack Lang, l’allora Ministro della Cultura francese: La Fête de la Musique.

Nel giorno del Solstizio d’estate (21 giugno) ricordando le Festività di San Giovanni di antica tradizione pagana, per le strade di Francia si da libero sfogo alla musica in tutte le sue forme.

Dato il successo immediato di questo evento popolare ed in gran parte spontaneo, questa aggregazione di professionisti e di musicisti dilettanti, spesso focalizzati su tutti i generi di musica possibile, era l’incarnazione di una politica che si sforzava di dare un posto uguale ai musicisti dilettanti, al rock, al jazz, al canto ed alla musica tradizionale, dando la possibilità di esibirsi a fianco della cosidetta musica “seria”.

Concerti gratuiti, il supporto della SACEM, l’aiuto dei media e delle municipalità territoriali locali, oltre che al costante aumento di partecipanti, hanno fatto in modo che la Fête de la Musique, sia diventata un’importante evento culturale francese.

Nel 1985 (l’Anno Europeo della Musica) la festa inizia ad essere esportata all’estero. Ed in 15 anni raggiunge ben 100 nazioni in tutti e 5 i continenti.

La festa diventa un successo internazionale, un fenomeno sociale (tanto da meritarsi nel 1998 un francobollo commemorativo), un’esposizione per i nuovi trend musicali che spesso presenta ma, continua sempre ad esprimere il rinnovamento della musica tradizionale, un’esplosione di world music ed una gran festa musicale.

Quest’anno per la 27essima edizione il tema conduttore sarà la musica nella cinematografia per ricordare il famoso compositore Camille Saint-Saëns che nel 1908 scrisse la prima musica per un film.

Se ne avete l’occasione, partecipate come spettatori o come artisti.
Un evento veramente da non perdere per chi, come me, adora la musica. Qualunque tipo di musica.

Read Full Post »